Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Privacy Policy. L'uso del sito costituisce accettazione implicita dell'uso dei cookies. Per revocare il consenso è sufficiente cancellare i cookies di dominio dal browser.

Plesso Brocchi

titolo via Brocchi

Con i suoi oltre 400 alunni e quattro sezioni per ciascuno dei 5 anni, Via Brocchi è il plesso che ospita la Direzione. Quando si entra nella nostra scuola, dopo aver notato il grande giardino che la circonda, si è colpiti dal colore giallo delle pareti e dai murales, ma soprattutto si percepisce l'atmosfera particolare, molto distante da quella di una scuola tradizionale.

Su di un grande quadro si leggono le parole di Riccardo Massa, che invitano a pensare alla scuola come apertura al mondo attraverso un mondo di esperienze, emozioni e conoscenze che occupino il corpo oltre che la mente del bambino.

La nostra è stata una delle primissime scuole a tempo pieno della città e per molti anni ha rappresentato una frontiera della sperimentazione didattico-educativa.plastico 3

Alcuni tratti di questa tradizione restano nel dna del plesso. Le materie curricolari vengono presentate in modo coinvolgente ed attivo, puntando ad un elevato livello di apprendimento senza dimenticare la centralità del bambino, i suoi bisogni e i suoi ritmi.

Fuori dalla classe, nei numerosissimi laboratori e negli ampi saloni davanti alle aule, i bambini sono spesso intenti a svolgere qualche attività pratica o a proseguire le lezioni con le lavagne multimediali.

Girando per i corridoi si rimane sorpresi dalla quantità di bambini che vanno e che vengono con le loro maestre; c'è chi scende in palestra, chi torna sporco dall'orto o dal nuovo laboratorio di falegnameria; chi sta andando in piccolo gruppo al torneo di scacchi, chi prova uno spettacolo teatrale e chi sta andando ad aiutare l’insegnante a ritirare i pezzi cotti dal forno della creta. Una fila di bambini sta scendendo le scale con in mano un libro: tornano dalla biblioteca allestita e gestita con passione da un gruppo di mamme molto attive.

Un rumore di cori, di bambini vocianti; un odore di tempera e carta pesta accolgono il visitatore che si avventura per i corridoi. Un ampio European Corner mostra le esperienze di partenariato con scuole straniere.

Il metodo attivo non impedisce agli insegnanti di chiedere molto in termini di apprendimento scolastico. Ogni disciplina è affrontata in modo rigoroso. Non si ha la pretesa di insegnare un sapere enciclopedico, ma i percorsi didattici non sono casuali e mirano ad insegnare al bambino il piacere di imparare.

 

>GLI SPAZI